NUVOLETTE

Invasione di dinosauri disegnati

Rovereto
13-14-15-16 maggio 2021
sonorizzazioni / illustrazioni / performance / animazioni

 

Nuvolette: quattro giorni dedicati al mondo dell’illustrazione, del racconto per immagini e del fumetto. Nel centro storico di Rovereto, da giovedì 13 a domenica 16 maggio, oltre 30 artisti si cimentano in sonorizzazioni, live performance di disegno e animazioni. Non mancheranno laboratori, incontri con gli autori e visite speciali sulle tracce dei dinosauri. Il centro storico di Rovereto si trasforma in un atelier a cielo aperto. Le vetrine dei negozi diventano tele sulle quali dipingere a colpi di penn(ar)ello.

Il tema di questa edizione sono i dinosauri in occasione della mostra Dinosauri in carne e ossa. 

Nuvolette è organizzata da Impact Hub Trentino con il sostegno del Comune di Rovereto. È realizzata con il supporto artistico di Becoming X Art+Sound Collective e con la collaborazione di numerosi artisti trentini, Fondazione Museo Civico di Rovereto, Mart e Biblioteca Civica “G. Tartarotti”, Touring Club e associazione Quercus, LABA Trentino e Conservatorio di Musica “F.A. Bonporti” di Trento, libreria piccoloblu, Fumetteria Tra le nuvole, associazione Il Troll disfunzionale.

Un ringraziamento a libreria duepunti e agli esercenti del centro storico che hanno aderito all’iniziativa.

 

da giovedì 13 maggio

Biblioteca civica “G. Tartarotti”, corso Bettini 43
Costellazioni di dinosauri | Installazione artistica
a cura di Francesca De Mai 

Come stelle lontane i dinosauri, a volte, prendono il nome dal loro scopritore facendosi costellazione di un immaginario in continua costruzione, uno scheletro sepolto dal tempo che genera un vortice di “animalità” incontrollata. Le 10 sagome di dinosauro custodiranno così il sapere umano che ha potuto solo immaginarli nel buio del tempo…

 

da giovedì 13 maggio a domenica 13 giugno 

Centro storico
Caccia al dinosauro
in collaborazione con Becoming X Art+Sound Collective, Associazione Quercus e Touring Club Trentino

Come un novello esploratore sulle tracce dei dinosauri: scopri i dinosauri nascosti e sparpagliati nel centro storico e vinci un bellissimo premio.

Al tempo dei dinosauri la Vallagarina era una piana di marea, immersa in un ambiente tropicale, con zone emerse e zone sommerse…

 

da martedì 11 maggio al 18 maggio

Centro storico
Attacco d’arte
in collaborazione con Becoming X Art+Sound Collective

Il centro storico ospita una mostra a cielo aperto di dinosauri disegnati.

da giovedì 13 a sabato 15 maggio

Centro storico
Vetrine d’artista
con Becoming X Art+Sound Collective

Il centro di Rovereto si trasforma in una galleria d’arte a cielo aperto. Le vetrine dei negozi diventano tele sulle quali dipingere a colpi di penn(ar)ello. Le opere sono realizzate come in un grande atelier all’aperto con performance live di Becoming X, un collettivo che raccoglie artisti, disegnatori, fumettisti, designer e musicisti da tutta Italia, e di artisti trentini. Saranno oltre 30 gli artisti coinvolti. 

 

da giovedì 13 a domenica 16 maggio

Chiesa di S. Osvaldo, via S. Maria
apertura al pubblico dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 e il venerdì e il sabato fino alle 20.

L’arte astratta del cervello rettiliano | Installazione artistica
a cura di Conservatorio “F.A.Bonporti di Trento” e LABA Trentino 

Una rappresentazione interattiva in chiave astratta attraverso immagini, video e suoni sul tema del cervello rettiliano. La parte del cervello più istintiva, legata anche al mondo dei dinosauri, può evocare immagini e sensazioni che la parte razionale normalmente non sa descrivere. Quando queste due parti si scontrano tutto può accadere…

Il progetto è una collaborazione tra la classe di Interaction Design della LABA Trentino – Simone Ambrosi, Mattia Belli, Greta Boldacchini, Valeria Sallapè, Martina Leonardi, Filippo Marini, Alessandra Purgato, Beatrice Sega, Elisa Valetti, Kevin Vecchi – con il prof. Valerio Oss della Laba Trentino e gli studenti, e la classe di Musica elettronica del Conservatorio di Trento – Giacomo Gozzi, David Torri, Marco Faglia, Emil Pauletto – con il prof Federico Ortica.

 

giovedì 13 maggio

dalle 11 alle 17
Biblioteca civica “G. Tartarotti”, corso Bettini 43
Dinosauri disegnati e strane creature in biblioteca | Live painting
in collaborazione con Biblioteca civica “G. Tartarotti”

 

Andrea Antinori, noto illustratore per case editrici italiane e straniere, realizza un’illustrazione a tema dinosauri sulla vetrata della biblioteca che si affaccia sulla caffetteria del MART. 

 

Andrea Antinori, dal 2013 collabora come illustratore per case editrici italiane e straniere, in particolar modo con Corraini edizioni, con la quale pubblica “Questo è un alce?” (2015), “Un libro sulle balene” (2016), “L’entrata di Cristo a Bruxelles” (2017), “La grande battaglia” (2019), “La passeggiata d’Inverno” e “Sulla vita dei lemuri” (2020). Nel 2019 il libro “La grande battaglia” viene scelto come “Best International Illustrated Book” alla fiera del libro di Shanghai, e insieme alla casa editrice Biancoenero Edizioni e all’autore Vincent Cuvellier nel 2017 vince il premio Andersen per “miglior libro 6/9 anni”.

 

dalle 15 alle 18
Centro storico
Vetrine d’artista
con Becoming X Art+Sound Collective

 

alle 18.15
Biblioteca civica “G. Tartarotti”, corso Bettini 43
Animali estinti e non nei lavori di Andrea Antinori | Incontro con l’autore
in collaborazione con Biblioteca civica “G. Tartarotti” e libreria piccoloblu

Quali sono gli animali estinti e quali storie si narrano sul loro conto? Scoprilo in questa presentazione sulle creature più bizzarre, spaventose e stravaganti del nostro pianeta: un viaggio nel mondo fantastico dell’autore Andrea Antinori in dialogo con Carlo Tamanini, responsabile dell’area educazione del Mart, indagando il tema del rapporto tra testo e immagine.

 

alle 19
via Rialto
Ape Drawing

Aperitivo creativo con gli illustratori del collettivo Becoming X che termineranno il loro primo tour itinerante tra le vetrine di Rovereto.
Dj set Saro Newcombe

 

venerdì 14 maggio 

dalle 10 alle 16
Centro storico
Vetrine d’artista
con Becoming X Art+Sound Collective

 

alle 17.30
Cortile Urbano, via Roma
Fumetto: sauri, iguane e draghi fantastici | Incontro con l’autore
a cura di Fumetteria Tra le nuvole

Ivan Passamani presenta ANGMAN e BeetArt, due giovani autori trentini, presentano i lavori Plantedo, un fumetto che racconta come gli uomini sono riusciti ad entrare in simbiosi con la natura, Trabalish, un breve episodio di Graphic Journalism a tema inquinamento e L’Oro del Deserto, altro fumetto breve con intento pedagogico.

BeetArt sono Nicolò Bernardi e Michele Poli, in arte Emoglochina. Nicolò è un vivace autore di Baselga di Pinè (Trento) e, grazie alle sue idee, insieme a Michele ha vinto il premio per la sperimentazione digitale al concorso Scarpetta d’Oro 2017 ed il premio del concorso Pazzi per il Fumetto 2018. Michele si è diplomato in Linguaggi del fumetto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, con una tesi sull’avventura e il fantastico e con il graphic novel Pronto a Morire. Dal 2020 è entrato ufficialmente nel team Upper Comics come autore.

In caso di pioggia l’incontro si svolgerà al Museo di Scienze e Archeologia in Sala Zeni previa prenotazione a [email protected].

dalle 18 alle 21.30
Via Roma
BrontoSofà | Live painting e musica
con Becoming X Art+Sound Collective

La piazza si trasforma in un arcipelago abitato da dinosauri disegnati su comodi divani gonfiabili. Ad accompagnare la live performance il dj set di Saro Newcombe. 

A fare da sfondo, 6×2 metri di murale disegnato dal vivo.

 

sabato 15 maggio 

dalle 10 alle 16
Centro storico
Vetrine d’artista
con Becoming X Art+Sound Collective

 

dalle 14.30
via Roma
Corsa alle ossa
a cura di Il Troll disfunzionale

Stanco dei soliti musei? Ascoltare la storia è noioso?
Mostra le tue abilità di paleontologo sul campo! Entra nella grotta del Troll Disfunzionale: pare ci siano un sacco di ossa al suo interno, ossa di dinosauro! Chissà quale dinosauro riuscirai a costruire.
Come previsto dalle regole di scavo ci sarà spazio per tutti, in sicurezza.

 

dalle 14.30
Largo Vittime delle Foibe
Dinosauri di altri pianeti | Laboratorio
a cura di MART

Che aspetto potrebbe avere un dinosauro marziano? E quale strana creatura potrebbe vivere su Saturno? In questo laboratorio inventeremo dinosauri mai esistiti, immaginandone forme e colori in relazione ai diversi pianeti del nostro sistema solare. Per inventarli e costruirli useremo tanti materiali diversi, in gran parte di recupero, divertendoci a sperimentare una tecnica amata da molti artisti contemporanei fin dai tempi di Picasso e Miró: l’assemblage.
Laboratorio consigliato ai bambini dai 4 anni.

 Laboratorio in due turni: dalle 14.30 alle 15.30, e dalle 15.30 alle 16.30
In caso di brutto tempo il laboratorio si terrà alla Casa d’arte futurista Depero, in via Portici.
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria: [email protected], 0464.454135-108

 

dalle 16.30
Lavini di Marco
Sulle tracce dei dinosauri | Visita guidata ai Lavini di Marco con comic reportage
con Fondazione Museo Civico e Becoming X Art+Sound Collective

Una visita guidata ai Lavini di Marco sulle tracce dei dinosauri con gli esperti della Fondazione Museo Civico e con Silvia Alcidi e Lucia Baldassarri, illustratrici del collettivo Becoming X, che racconteranno la visita in un comic reportage, ritraendo i partecipanti e tutto ciò che li circonda.
Nel sito paleontologico dei Lavini di Marco, tra i più importanti e spettacolari in Europa, sono visibili le orme di dinosauri carnivori ed erbivori vissuti all’inizio del Giurassico (circa 200 milioni di anni fa).
Il sito paleontologico dovrà essere raggiunto con mezzi propri. Si raccomanda abbigliamento adatto all’escursione (scarponcini o scarpe da ginnastica, cappello, giacca a vento o ombrello, borraccia con acqua).

È obbligatorio l’uso della mascherina e il distanziamento come da normativa vigente.
Prenotazione obbligatoria: [email protected],  0464 452800
Attività su prenotazione entro le ore 16.30 del giorno precedente.
La tariffa di partecipazione è di 6 euro a persona.

 

alle 16.30
Cortile Urbano, via Roma
Rock the Rex! | Incontro con l’autore

Presentazione del libro e del portfolio DinoSound di Filippo Paparelli e del libro R.I.P. (Rock Important People) di Moreno Chiacchiera.
Accompagnamento sonoro di Vivamagenta e Bjorn Giordano. 

In caso di pioggia l’incontro si svolgerà al Museo di Scienze e Archeologia in Sala Zeni previa prenotazione a [email protected].

 

dalle 19
via Roma
Dino di Rubik | Live painting e musica
con Becoming X Art+Sound Collective e dj Everest Parisi

Ispirati dal tema dei dinosauri, gli illustratori del Collettivo danno vita a opere d’arte su grandi pannelli e totem con dinosauri “scomponibili” posizionati lungo via Roma.
Dj Set Saro Newcombe e Everest Parisi.

 

domenica 16 maggio 

dalle 10
vie del centro storico
Occupy “Rovereto Street” | Comic reportage e invasione di dinosauri disegnati nel centro storico
con Becoming X Art+Sound Collective.

 

 

Dinosauri in Carne e Ossa

dal 7 maggio al 26 settembre 2021
Parco dell’ex Asilo nido Manifattura, via delle Zigherane 1d – Rovereto

A fianco delle spettacolari ricostruzioni a grandezza naturale dei dinosauri e degli altri animali preistorici, è presente una sezione multimediale a cura del Muse (Trento), dedicata alle orme fossili dei Lavini di Marco, una testimonianza vecchia 200 milioni di anni del passaggio dei dinosauri in queste terre.

Organizza Associazione Paleontologica Paleoartistica Italiana APPI

Ogni partecipante al laboratorio Dinosauri di altri pianeti e al gioco Corsa alle ossa
riceverà un buono valido per un ingresso omaggio alla mostra Dinosauri in Carne e Ossa.

 

Per le vie del centro storico trovi piatti e drink a tema Nuvolette e dinosauri: dal menù giurassico al piatto unico, dal dessert all’aperitivo.

 

_________________________________________________________________

 

Gli eventi, dove non specificato diversamente, sono a partecipazione libera e gratuita.

 

Il programma potrebbe subire delle modifiche che verranno comunicate all’interno dell’evento Facebook.

 

Disposizioni per il contrasto al Covid-19

Per garantire la tua esperienza in sicurezza:

 

 

 

 

 

Florence Marketing Experience- l’edizione 2021 diventa virtuale
e con uno sconto speciale per gli Hubber italiani

L’edizione 2021 del Florence Marketing Experience, il festival fiorentino dedicato al marketing e alle sue soluzioni più efficaci, si svolgerà il 19 e 20 maggio 2021 in forma interamente virtuale, grazie all’utilizzo di una piattaforma in 3D innovativa e unica nel suo genere: Coderblock.

Se sei un imprenditore, un amministratore delegato, un dirigente, un responsabile marketing o, in generale, un professionista che opera nel campo del marketing e della comunicazione, partecipare al festival ti darà l’opportunità di accrescere le tue competenze e confrontarti con i migliori professionisti del settore.

Trovi il programma completo del festival qui: marketing.firenze.it

Ciascun hubber italiano può acquistare il proprio biglietto a 39 Euro (iva inclusa) invece che a 99 Euro.

Se sei interessato chiedi il codice all’host.

Alta Valsugana Smart Valley

Quasi pronto l’Hub Levico

 

La pandemia ha portato dei cambiamenti nella nostra quotidianità, nel nostro modo di gestire le relazioni, nel nostro modo di fare acquisti e anche nel nostro modo di lavorare.

Lo smartworking è diventato un fenomeno ormai consolidato e assunto dalle aziende, mentre recentemente sta emergendo il nearworking: la necessità di lavorare in uno spazio che non sia la casa ma che si trovi nelle immediate vicinanze. Queste tendenze hanno spinto urbanisti e policy-makers a immaginare una ricalibrazione della distribuzione della popolazione nei prossimi anni sul territorio italiano e al possibile ripopolamento delle aree interne trainato da fenomeni come il southworking e il reshoring, legati al rientro di lavoratori e studenti presso le proprie città di origine e al desiderio delle aziende di trovare ambienti con qualità della vita più alta.

Viste queste evoluzioni, si prospettano per i territori di montagna – che possono fornire possibilità di lavoro accanto a una migliore qualità della vita, data dalla qualità dell’ambiente e dalla possibilità di attrarre nuovi potenziali pubblici e visitatori – nuove opportunità di sviluppo.

Ed è in questo quadro generale che Impact Hub Trentino sta lavorando accanto alla Cassa Rurale Alta Valsugana al progetto Alta Valsugana Smart Valley.

Dopo una fase d’indagine di un paio di mesi in cui abbiamo indagato le necessità di chi sul territorio vive di avere uno spazio condiviso dedicato al lavoro, stiamo lavorando in queste settimane per aprire il primo spazio di coworking della Valsugana.

La location individuata è nel centro di Levico, in una ex sala della Cassa Rurale. Con il progetto la banca intende anche valorizzare il proprio patrimonio immobiliare dandogli nuove funzioni.

Hub Levico sarà il pimo di una serie di spazi di coworking, messi a disposizione dalla Cassa Rurale, per le esigenze di liberi professionisti, imprenditori, startupper, ma anche dipendenti in telelavoro e smart worker, che potranno trovare uno spazio dove lavorare vicino a casa, incontrarsi, collaborare e dare vita a nuove idee nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti.

Il progetto inoltre mira a dare vita a una community capace di lavorare assieme per lo sviluppo economico e culturale del territorio, a partire dal gruppo che andrà a occupare questo e gli altri spazio di coworking di Alta Valsugana Smart Valley.

Per questo motivo in questi giorni stiamo incontrando i professionisti che hanno risposto al questionario che abbiamo promosso sul progetto Alta Valsugana Smart Valley. Capire le loro necessità e raccogliere le loro riflessioni è il primo passo per presentare uno spazio di coworking versatile, comodo e a misura di territorio.

Se non avete ancora sentito parlare del progetto o se voleste aiutarci lasciandoci la vostra opinione, il questionario di Alta Valsugana Smart Valley è ancora disponibile per la compilazione a questo link Alta Valsugana Coworking: progetta il tuo spazio di lavoro!

Al più presto potrete trovarci online con il nuovo sito e i nostri social per conoscerci meglio e rimanere sempre in contatto con Alta Valsugana Smart Valley.

 

Il coworking: la soluzione per dare sollievo allo smartworking domestico

 

Condivisione, sinergia, flessibilità, networking… qual è il denominatore comune di questi termini? Il coworking, uno stile di lavoro che dà l’opportunità a freelance, nomadi digitali e startupper di sviluppare le proprie capacità all’interno di una stessa area e, nel frattempo, interagire con altri professionisti, creando un’importante rete di conoscenze.

In questa fase 2 anche diverse aziende lo stanno rivalutando, spostando i dipendenti in questi spazi per poter riprogettare gli uffici. Rappresenteranno la soluzione definitiva?”

 

Così iniziava un bell’articolo di Paola Ciambelli su Thismarketerslife. Che si chiedeva: i coworking saranno la nuova frontiera dello smart working?
La pandemia ha modificato il nostro modo di lavorare. Ha sdoganato, forse definitivamente, la possibilità di fare riunioni a distanza e di incontrarsi con colleghi e clienti solo in alcune occasioni.

Se per alcuni questa situazione si rivela una preziosa libertà c’è chi soffre molto il dover lavorare da casa. I motivi possono essere diversi.

In casa non si ha uno spazio adatto e dedicato all’attività lavorativa. C’è chi non riesce a concentrarsi ed è distratto dalle faccende domestiche o da altri componenti della famiglia che si ritrovano a loro volta a fare telelavoro, e chi con figli piccoli in casa a cui dare una mano con la dad proprio non trova un minuto di silenzio per raccogliere le idee.

C’è chi nel suo appartamento ha tutte le condizioni per lavorare bene ma soffre il fatto di non avere un contatto umano con i colleghi e chi proprio avverte la necessità di tenere separata vita lavorativa e domestica.

Per tutte queste persone – per chi si ritrova in telelavoro suo malgrado e per smartworker felici che però cercano una via di fuga temporanea dalla vita casalinga – il coworking è un’ottima soluzione.

Nello spazio di coworking di Trento – in via Sanseverino 95 – professionisti, startupper, dipendenti nella condizione di dover lavorare da casa in telelavoro o smart working, trovano un luogo tranquillo e sicuro dove concentrarsi e dove poter svolgere l’attività lavorativa con tutti gli strumenti e le comodità che possono esserci in un ufficio tradizionale.

A Impact Hub abbiamo pacchetti che permettono di utilizzare lo spazio – postazione, wifi e spazi comuni – anche solo qualche giorno al mese o qualche giorno a settimana a seconda delle esigenze.

E utilizzando lo spazi entri anche a far parte della community di Impact Hub che racchiude 160 persone e aziende.

 

 

Servizi sede legale e domiciliazione

Hai bisogno di trovare un luogo in cui stabilire la sede legale della tua azienda?

Ti serve un luogo più formale di casa tua per la tua associazione o la tua partita iva?

Impact Hub Trentino ti dà la possibilità di attivare il servizio di sede legale a partire da 50 €* al mese. Per la domiciliazione della propria azienda nei nostri spazi è necessario avere una membership  attiva.

L’offerta base comprende 20 €* di membership connect e 30 €* di servizio di sede legale.

Hai la possibilità di scegliere tra una serie di tipologie di membership, che si differenziano a seconda delle ore di utilizzo dello spazio di co-working. Se la postazione di lavoro non dovesse bastare c’è comunque l’opportunità di poter affittare un ufficio privato.

Scopri le nostre offerte

 

La membership ti consente di connetterti con la nostra ampia rete di aziende e liberi professionisti a livello locale e internazionale.

Vieni a conoscere la nostra community!

Con il servizio di sede legale è compresa anche la ricezione della posta aziendale, è previsto l’avviso di ricezione e la custodia presso il nostro archivio. Su richiesta effettuiamo la scansione dei documenti via mail.

Per le aziende che scelgono di stabilire la sede legale presso la nostra struttura vi è inoltre, su richiesta, la possibilità di posizionare una targa con il logo e nome dell’azienda all’entrata del nostro spazio.

 

*i prezzi sono da intendere iva esclusa

Orbita 

22-23 aprile 2021

Orbita vuole far scoprire nuovi linguaggi creativi propri del campo musicale e performativo, indagare le nuove professioni legate al mondo della musica attraverso una programmazione ricca di incontri, dibattiti e performance e momenti formativi.

Tutti gli eventi sono gratuiti* e verranno trasmessi online sulla pagina Facebook di Impact Hub Trentino.

SCARICA IL PROGRAMMA

Orbita è un progetto di Impact Hub Trentino in collaborazione con UploadSounds, Arci del Trentino, associazione Anomalia, libreria duepunti, Iprase e EDG spettacoli.  È realizzata con il supporto del Comune di Trento e Fondazione Caritro.

*solo per il Rebel Rootz 2010|2020 Live VR 360° Realtà Virtuale occorre acquistare visore e pass.

Giovedì 22 aprile

ore 16.30 – 18.30
Tecnologia e innovazione in ambito artistico
Corso di formazione in collaborazione con Iprase

Tecnologia e innovazione in ambito artistico: Il ruolo della tecnologia nel mondo dell’arte dedicata al suono, storia, influenze ed evoluzione dei linguaggi contemporanei. Come si progetta e che ruolo ha un suono nel 2021. Il corso sarà tenuto da Federico Ortica, docente di Composizione musicale elettroacustica al Conservatorio di musica di Trento e Mauro Graziani docente di Informatica Musicale Conservatorio “F.A.Bonporti” Trento.

ore 17-18
Artisti vs Apparati
Strumenti per l’autonomia dell’artista nell’era del dominio digitale
Incontro

Cosa significa, in un momento di grande incertezze e limitazioni, costruire uno strumento personalizzato per un artista e i suoi fan. Con Gianni Cicchi, primo batterista e co-fondatore dei Diaframma, fondatore della casa di produzione Sonica Factory e artefice, con altri, dell’etichetta Consorzio Produttori Indipendenti (C.P.I), ideatore del trimestrale Il Maciste, manager di Cristina Donà e di Saverio Lanza.
Modera l’incontro Dalia Macii, Impact Hub Trentino.

ore 18.30 – 19.30
Dov’è Willie? Un dialogo con Giuseppe Civatti
Incontro in collaborazione con duepunti libreria indipindente

Willie Peyote conversa con Giuseppe Civati.
«Si può essere duri e implacabili senza uscire – mai – dal politicamente corretto? I buoni saranno distrutti dalle loro buone maniere? Dove andremo a finire, signora mia?
Un rapper queste cose le sente prima di altri, per motivi professionali. Artistici e lavorativi, proprio. E Willie lo sente in particolare perché pensa che, a furia di non poter più dire nulla, non si parli più di niente. Ossessionati dalla forma – dal formalismo, per la precisione – la sostanza si è perduta. E lui no, non ci sta.»
People inaugura la sua nuova collana “Birrette” con la conversazione tra Willie Peyote e Giuseppe Civati. Parlerà il primo, l’altro ascolterà. In un dialogo franco e spensierato, i due discuteranno della scena musicale, il contesto culturale, Torino, l’Italia, le cose che contano, fino alla partecipazione del cantautore alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo.
Modera l’incontro
Federico Zappini, duepunti libreria

ore 20.30
UploadSounds – Musica in rete
Incontro

Francesca Re, presidente Cooperativa Mercurio racconta l’esperienza di UploadSounds la piattaforma per giovani artisti e professionisti della musica dell’Euregio per valorizzare i talenti e i territori. Con lei Bianca Giacomoni, vincitrice premio speciale Under21 UploadSounds 2020.
Modera l’incontro Viviana Carlet, Lago film Festival

a seguire 

Baiba – performance
concerto

Baiba Dekena è una musicista lettone che vive a Innsbruck. Voci crude e forti e melodie semplici e malinconiche descrivono al meglio la sua musica. Sempre aperta a nuove ispirazioni e costellazioni sonore, rimane fortemente legata alla cultura e alla mitologia lettone. Nell’ultimo anno ha combinato le sue canzoni con arrangiamenti elettronici, creando atmosfere leggermente scure e dinamiche, che conducono il pubblico in un viaggio magico.

Venerdì 23 aprile

ore 15-16
40″KlangRoom Music from a DISTANCE
Incontro

Azione_Improvvisa Ensemble – la fisarmonicista Margherita Berlanda e il tiorbista Andrea Antonel – analizza i limiti e le potenzialità legate alla produzione di musica a distanza e a come i mezzi tecnologici abbiano permesso di tenere viva l’attività musicale. Durante il lockdown hanno scelto di sfruttare la tecnologia per creare un prodotto nuovo, concepito per il web.
Hanno chiesto a un gruppo di compositori di scrivere un brano di 40’’, che è stato suonato in 4 stanze diverse. Il risultato sono 10 miniature audio-video, che costituiscono 40”KlangRoom, creare da KOTTOMfilm: Elena Goatelli e Angel Esteban.
Modera l’incontro Carla Esperanza Tommasini di Pergine Festival

ore 16.30 – 17.30
Il mondo nuovo e incerto della musica
Incontro

Locali chiusi, concerti in streaming, interviste su Zoom: il giornalismo e l’industria musicale al tempo della pandemia. Con Giovanni Ansaldo, giornalista di Internazionale. Si occupa di cultura, esteri e cura la newsletter Musicale. In passato ha lavorato a Rockol e Lettera 43.
Modera l’incontro Marco Dalpane, musicista.

ore 18- 19
Il modello Patreon: alternative digitali di guadagno per artist*
Incontro

Patreon è la piattaforma che permette ad artisti e creativi di ricevere dei compensi per il proprio lavoro
direttamente dalla community di sostenitori. Con Lara Della Gaspera, creator partnership manager per Patreon Italia.
Modera l’incontro Fabio De Santi, giornalista

ore 19.30 – 20.30
La sanificazione: quando i dati diventano suono
Incontro e performance

La sonificazione è il processo di trasposizione di dati dal dominio dell’informazione a quello sonoro. Il fine principale di questa tecnica è quello di indagare le rilevazioni di un dato fenomeno sotto un altro aspetto, trasformando l’osservazione di liste e matrici in ascolto di suono organizzato. Questo permette una diversa percezione dell’oggetto di studio, con l’obiettivo di cogliere con l’ascolto le relazioni che rimangono nascoste alla vista. Con il sound artist Jacopo Cenni.
Performance con sonificazione “scientifica” sugli andamenti dei mercati della vendita di musica su supporti fisici e digitali nel corso dell’ultimo decennio e “d’arte” degli stessi dati.
Modera l’incontro Dalia Macii, Impact Hub

ore 21
Rebel Rootz e realà virtuale
Incontro

I concerti Live sono da sempre l’aspetto principale e la forza del progetto musicale Rebel Rootz” (Massimo Fontanari, Francesco Dallago, Pietro Toniolli, Carlo Villotti, Loris Dallago). Negli anni con il loro furgone hanno raggiunto i Festival più lontani, portando la loro musica su tanti palchi e incontrando moltissime persone stupende.
Ed ora che i concerti live non si possono fare, per festeggiare i loro primi 10 anni, hanno scelto di sperimentare la Realtà Virtuale, assieme ad Enzo Di Gregorio di EDG Spettacoli, producendo così un evento online, prima volta a livello nazionale, interattivo con riprese video a 360° in VR che va oltre i limiti dello streaming. Con Rebel Rootz ed EDG Spettacoli.

a seguire 

Rebel Rootz 2010|2020 Live VR 360° Virtuale
concerto

I primi 10 anni dei Rebel Rootz in un viaggio , dalle origini ad oggi, attraverso le canzoni ed i luoghi che hanno segnato i momenti più importanti di questo percorso.
Indossa il tuo visore e goditi dal salotto di casa il tuo spettacolo interattivo a 360° in VR.
Un viaggio senza tempo in prima persona da vivere tutto d’un fiato!

Prenota il tuo Kit Evento, VISORE VR + PASS personalizzato entro il 19 aprile QUI link:

http://bit.ly/LiveVRRebelRootzReplicaSOLDOUT

 

#Limoniamo

Il limone è una certezza anche se non ci si può baciare

Contest per disegnatori e grafici

Oggi in epoca di distanziamento sociale, non si può stare vicini, non ci si può nemmeno toccare, figuriamoci baciare. Per questo “limonare” è diventato un miraggio.

Alla Floricoltura Roncador si parla di LIMONI, frutti e non solo, con il contest per illustratori “Limoniamo” Il limone è una certezza anche se non ci si può baciare.

Limoniamo” è un contest che sfida gli illustratori a giocare e divertirsi mescolando il tema del limone (inteso come il frutto, l’agrume) e quello del bacio.

L’illustratore vincitore riceverà 300 euro!

Per partecipare vai sul sito www.floricolturaroncador.it e invia la tua opera entro il 19 aprile.

I partecipanti – illustratori, grafici, disegnatori, fumettisti e artisti – dovranno inviare il file di un’immagine, realizzata con qualunque tecnica, in formato jpg, jpeg o png con dimensione massima di 10 MB (e una risoluzione consigliata di almeno 300dpi). L’opera presentata dovrà essere originale.

L’illustratore che realizzerà il progetto selezionato riceverà quale corrispettivo per la prestazione d’opera resa 300 euro. Le opere possono essere presentate fino al 19.04.2021.

Per partecipare scopri il regolamento su www.floricolturaroncador.it nella sezione BLOG. L’iniziativa fa parte di Effetto Serra, un anno di appuntamenti flori-culturali in serra.

COMMOPEN

Impact hub Trentino e Collaboriamo hanno creato un nuovo servizio che unisce le opportunità dell’open innovation al mondo variegato delle community.

Commopen” dispone di un ampio database che ha la funzione di mettere in contatto le aziende che decidono di aderire con le community digitali individuate.

Ma cosa sono le community? 

Le community sono piazze digitali che aggregano migliaia di persone. Al giorno d’oggi le community sono sempre di più alla ricerca di di partnership che permettano la sostenibilità della loro comunità.

Perchè le aziende dovrebbero essere interessate a Commopen?

Hanno l’opportunità di incontrare nicchie di potenziali clienti ma anche di avere uno sguardo rivolto verso il futuro ed anticipare i bisogni.

Commopen nasce dopo alcune esperienze di Open Innovation condotte dai Partner di progetto e da un lavoro di ricerca documentato nel libro di Marta MaineriCommunity economy: persone che trasformano mercati e organizzazioni”

Lo scopo del servizio è la co-creazione di progetti, prodotti e servizi realizzati ad hoc per la community identificata come il partner adatto all’azienda, attivati grazie al nostro accompagnamento attraverso attività di facilitazione, matching e progettazione.

 

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci: 3470136009

Alta Valsugana Smart Valley

Il Coworking vicino a casa: un’opportunità di sviluppo per il territorio, oltre la crisi Alta Valsugana Smart Valley – promosso da Cassa Rurale Alta Valsugana in collaborazione con Impact Hub Trentino – è un progetto che ha l’obiettivo di creare spazi di coworking sul territorio, cogliendo così un’opportunità di sviluppo locale, all’interno e oltre la crisi pandemica.

Gli spazi di coworking saranno messi a disposizione dalla Cassa Rurale per le esigenze di liberi professionisti, imprenditori, startupper, ma anche dipendenti in telelavoro e smart worker, che potranno trovare uno spazio dove lavorare vicino a casa, incontrarsi, collaborare e dare vita a nuove idee nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti.
Il progetto mira infatti a dare vita a una community capace di lavorare assieme per lo sviluppo economico e culturale del territorio, a partire dal gruppo che andrà a occupare lo spazio di coworking.

A tale scopo raccogliamo tramite un questionario le manifestazioni di interesse da parte di tutta la popolazione interessata: di chi ha necessità quotidiana di una scrivania o un ufficio, di chi cerca un punto d’appoggio per il telelavoro o per lavorare fuori casa in alcune giornate, di chi cerca occasionalmente un luogo attrezzato per incontrare i clienti o fare le riunioni in spazi attrezzati. A fronte del buon esito del sondaggio verrà aperto il primo spazio di coworking.

Alta Valsugana Smart Valley è un progetto di Cassa Rurale Alta Valsugana in collaborazione con Impact Hub Trentino. Come nasce Alta Valsugana Smart Valley?
La crisi pandemica che stiamo vivendo ha portato un grande cambiamento nel mondo del lavoro e degli stili di vita. Rappresenta un momento di difficoltà, ma allo stesso tempo può rappresentare un’opportunità di ricerca per nuove soluzioni imprenditoriali. La crisi ci ha portato verso la consapevolezza che in qualche modo, nel mondo di oggi, siamo tutti interconnessi e le risposte devono essere trovate insieme.

Anche da queste premesse nasce “Alta Valsugana Smart Valley”, un progetto tramite il quale la Cassa Rurale vuole cogliere un’opportunità di sviluppo per il territorio dando vita a spazi di coworking.
Questo progetto parla di RIGENERAZIONE. La Cassa Rurale infatti vuole valorizzare il proprio patrimonio immobiliare sul territorio trasformando alcuni locali in spazi con postazioni attrezzate, uffici, sale riunioni pensati per lavoratori.

Nel COWORKING potranno trovare un luogo tranquillo e sicuro dove concentrarsi giovani professionisti, startupper, ma anche chi, trovandosi nella condizione di dover lavorare da casa in telelavoro o smart working, preferisce avere la possibilità di un luogo vicino a casa (NEARWORKING), dove poter svolgere l’attività lavorativa con tutti gli strumenti e la comodità che possono esserci in un ufficio tradizionale. Ciò che trasforma spazi vuoti in luoghi accoglienti non è solo la capacità di collocarvi nuove funzionalità ma è, soprattutto, la capacità di creare relazioni e CONNESSIONI.
Per poter svolgere la propria funzione i coworking dovranno essere luoghi aperti anche alle realtà associative e a tutte gli enti (giovanili e non) che vorranno utilizzare questi spazi per trovarsi, creare, confrontarsi e promuovere progetti.
Alta Valsugana Smart Valley vuole infatti dare vita a una COMMUNITY di innovatori e imprenditori che hanno a cuore lo sviluppo del territorio ed essere da stimolo per le ambizioni imprenditoriali presenti sul territorio e per quegli imprenditori che vogliano cogliere le opportunità di INNOVAZIONE e di mercato che si stanno affacciando all’orizzonte.
Come si svolge il progetto?
Il progetto prende il via a febbraio 2021 con una prima azione finalizzata alla divulgazione del progetto e alla raccolta – tramite un questionario – delle manifestazioni di interesse da parte della popolazione locale. In aprile, a fronte del buon esito del sondaggio online che verrà divulgato tramite vari canali social, verrà aperto il primo spazio di coworking all’interno di locali messi a disposizione dalla Cassa Rurale Alta Valsugana.

Nel frattempo Cassa Rurale Alta Valsugana e Impact Hub Trentino – realtà che da oltre 10 anni si occupa di innovazione sociale e coworking sul territorio – saranno a disposizione delle pubbliche amministrazioni interessate, delle associazioni e dei cittadini per proseguire nella progettazione degli spazi e dei servizi che caratterizzeranno Alta Valsugana Smart Valley.
Per informazioni
[email protected]

Take online

10 maker trentine si raccontano

 

Appena entrate nella sala riunione di Impact Hub che avevamo allestito come set per le riprese nessuna delle maker coinvolte sembrava a suo agio. Forse intimorite da attrezzature e luci posizionate dopo le prove da Giulia Lenzi – la videomaker coinvolta nel progetto – tutte quante ripercorrevano con la mente le cose da dire dopo il ciack e scherzavano per scacciare l’ansia. Da fuori l’idea che un artigiano parli con tranquillità di sé e del suo progetto può apparire scontato, ma «se quello che fai è frutto delle fatiche di una vita e parte integrante di quello che sei, ogni parola va scelta con cura, soprattutto se hai a disposizione solo pochi secondi per raccontarti» ci spiega Martina, una delle creative coinvolte. E certamente un paio di telecamere puntate addosso non aiutano.

Ma dopo un primo momento di incertezza, sedute in poltrona nell’angolo creato, circondate ognuna dalle proprie creazioni, tutte hanno cominciato a raccontarsi e raccontare.

Hanno così preso vita le 10 pillole di Take Online in cui Alessia Carli fabbricante d’immagini, Elisabetta Paris – Tre Puntini, Martina Coller – Tulip, Francesca Castellan – antesi , Maria Elena Wolynsky – Senape Atelier, Manuela Fabris – Manufabrika upcycling, Michela Nanut, Elisa Vinciguerra – Bric Collection, Giorgia Pallaoro, Aurora Eccher – Laboratorio orafo

ci narrano come sono arrivate a fare ciò che fanno, cosa le ispira, quali tecniche usano, cosa sognano. 

Potete vedere i video – realizzati da Giulia Lenzi – qui 

 

Ma Take Online non è stato solo un progetto di comunicazione nato nell’anno in cui il nostro ormai decennale market di arte/design/artigianato Take Hawaii – il caldo isolotto d’asporto vetrina per autoproduttori creativi – è stato bloccato dalla crisi pandemica. È stata anche una bella occasione di formazione per questi e altri professionisti che si trovano a ripensare il proprio lavoro alla luce della pandemia.

In tre incontri online abbiamo parlato con la ricercatrice Azzurra Rinaldi di come il cambiamento del mercato al tempo del Covid può offrire anche delle opportunità per chi fa artigianato perché si riesca a instaurare un legame diretto con la clientela, proporre la propria visione, evitare costi evitabili (tipo quelli di magazzino), esplorare nuovi segmenti di mercato. Con Diego Paccagnella, MD & Partner at Reveria Studio, abbiamo capito quanto è importante disegnare esperienze non convenzionali. E con Stefano Schiavo, fondatore e partner Sharazad, abbiamo invece capito come costruire messaggi efficaci per presentare i nostri progetti e le nostre idee più innovative e raccontare una «storia» davvero memorabile.

 

 

Il progetto è stato curato da Impact Hub Trentino per il Piano d’Ambito Economico e cofinanziato delle Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Trento.