EMILIANO VERSINI

Chi sei?
Sono Emiliano, ho studiato 3 anni a Trento per poi spostarmi a Udine a fare una magistrale in informatica.

Cosa fai?
Attualmente faccio ricerca per l’università di Udine. Mi occupo di Deep Learning, cioè di apprendimento automatico basato su reti neurali artificiali.

La prima frase che mi è stata detta a riguardo è che “il Deep Learning è una sorta di alchimia”. In realtà si tratta forse più di quello che ironicamente è chiamato “Grad student descent”.

Quando hai iniziato?
In realtà ho finito il percorso universitario da poco. Durante gli studi ho lavorato per un anno e mezzo come sviluppatore web. Ho poi scoperto il Machine Learning in università, l’ho approfondito con la tesi per poi finire a fare proprio quel lavoro (che ho iniziato a settembre dell’anno scorso).

Perché hai scelto Impact  hub?
Conoscevo già da un po’ Impact hub e mi sembrava un’ottima soluzione per evitare la noia di lavorare a casa.

Quali sono le caratteristiche peculiari del lavoro che svolgi?
Penso che la caratteristica più importante sia la necessità di un continuo e costante aggiornamento. In poche parole: la pazienza.

Tre cose che ti aspetti da Impact Hub?
Lavorare in tranquillità, scambiare idee e caffè.