Meet the Members – Paola Pluchino
6 November 2012 - Impact Hub

1.      Parlaci di te e della tua attività (in breve). Nata biologa, ho cominciato il mio percorso lavorativo con la valutazione e l’analisi ambientale; negli anni, la mia attività è sconfinata in ambiti un po’ diversi, quali il project management e la consulenza aziendale, e mi ha portata a fare la pendolare tra la Sicilia ed il Trentino. Dopo un periodo di iniziale smarrimento nel collocare la mia professione, ho finalmente trovato la sintesi tra questi ambiti, grazie ad una visione sistemica delle problematiche che è diventata un mio punto di forza. Il frutto di questa maturazione è Tai Solutions, una rete di professionisti con differenti background che svolgono la propria attività nei settori “Ambiente & Territorio” – “Project management” – “Consulenza”.

 2. Quale è stato un incontro fondamentale per la realizzazione del tuo progetto? Il progetto “Tai Solutions” ha avuto una lunga gestazione e sono stati tanti gli incontri che hanno contribuito alla visione finale, come tante singole tessere in un puzzle; sicuramente sono state fondamentali le persone che ho conosciuto a The Hub Rovereto, che hanno determinato un vero e proprio ribaltamento della mia visuale, da singola professionista a elemento di una rete sinergica di persone con le quali sviluppare progetti.

3. Quando pensi al tuo progetto a quale luogo lo associ? E’ difficile associare un solo luogo a Tai Solutions, che è stata pensata sin dall’inizio come rete su scala nazionale e, perché no, anche oltre. I luoghi che invece hanno visto lo sviluppo di questo progetto gravitano tra la Sicilia orientale ed il Trentino.

4. Quale è stato il tuo colpo di genio e cosa invece non rifaresti? Non potrei dire che questo progetto sia figlio di un “colpo di genio” ma, come avviene per i processi naturali, l’evoluzione è avvenuta a salti, fondendo insieme una serie di elementi e suggestioni più o meno recenti, che nel tempo hanno occupato il posto giusto all’interno di un quadro globale. Sicuramente oggi mi sembra che questo percorso sia stato lungo e non sempre lineare, ma non c’è nulla che non rifarei, proprio perché ogni esperienza, anche negativa, ha aggiunto una tessera a questo mosaico.

5. Che cos’è The Hub Rovereto per te e perché hai deciso di diventare membro? Avevo deciso di entrare a far parte di The Hub Rovereto perchè desideravo inserirmi socialmente e professionalmente in terra trentina, ma con la frequentazione è cambiata la mia visione iniziale ed oggi per me Hub è un luogo dove incontrare persone che, facendo dell’innovazione la propria forza, sanno regalare nuovi modi di guardare il mondo e di realizzare i propri progetti.