Meet The Members – Stefano Cattaneo
5 December 2012 - Impact Hub

1.  Parlaci di te e della tua attività (in breve). Sono Stefano: viaggiatore, alpinista e ingegnere; trentino di adozione e hubber da un paio di mesi. Con Franco, hubber a Milano, due anni fa ho creato una Società di Servizi Energetici (ESCo). Ci proponiamo di rendere più sostenibili le attività dei nostri clienti, riducendo il loro utilizzo di energia e quindi anche i loro costi, aiutandoli a comunicare le scelte virtuose che hanno fatto e a tener traccia delle loro emissioni nell’ambiente.

2.  Qual è stato un incontro fondamentale per la realizzazione del tuo progetto? Nessun incontro è stato fondamentale, tutti quelli degli ultimi 6 anni hanno aiutato a tracciare un percorso. Il calcio d’inizio è stato un lavoro svolto per un installatore di impianti fotovoltaici, che mi ha incuriosito e spinto ad approfondire i temi delle energie rinnovabili prima e dell’efficienza energetica poi.

3.  Quando pensi al tuo progetto a quale luogo lo associ? L’Hub. La società è nata due anni fa e oggi è una fenice che rinasce dalle ceneri delle esperienze positive e negative. L’Hub è stato il luogo di inizio della rinascita.

4.  Qual è stato il tuo colpo di genio e cosa invece non rifaresti? Colpi di genio pochi, una bella idea la spinta a creare una ESCo e guadagnare una percentuale dei risparmi generati ai clienti. Col senno di poi non mi tirerei più indietro dal prendere posizioni forti quando sono convinto che serva.

5.  Che cos’è The Hub Rovereto per te e perché hai deciso di diventare membro? L’Hub è un luogo di incontro e di scambio, un posto dove ampliare i miei orizzonti, sia personali che professionali. Ho scelto di diventare hubber per poter far parte di una comunità che guarda alle relazioni di business in un modo innovativo.