Caricamento Eventi

ACTING – corso attivo di public speaking

L’idea

Quante volte ascoltando conferenze, lezioni o presentazioni negli ambiti più diversi, ci siamo annoiati? Quante volte noi per primi abbiamo avuto paura di perdere l’attenzione del nostro pubblico? Come si fa ad avvincere chi ci ascolta parlando in modo convincente?

Sempre più spesso molti amici, docenti e professionisti che si trovano a parlare davanti a una platea, mi fanno domande di questo tipo.

Anch’io, nella mia carriera di attrice e autrice, ho riscontrato le stesse difficoltà ogni volta che sono andata in scena. Perché il mio spettacolo avesse successo, ho dovuto risolvere esattamente queste problematiche.

È quindi un processo naturale condividere la mia esperienza creando Acting: un workshop di comunicazione pubblica che, attraverso strumenti teatrali, offre risposte pratiche a questi interrogativi.

 

L’innovazione

La chiave di questo corso è la creatività come strumento attivo di apprendimento; il teatro come modalità per affrontare e superare le problematiche connesse alla comunicazione in pubblico.

Acting non crede nell’insegnamento frontale e leaderistico, al contrario sfrutta l’esperienza e la competenza scenica maturata nel mondo performativo per svelare i talenti nascosti. Non insegna ricette e tecniche in astratto, ma fa agire i corsisti per renderli coscienti delle proprie mancanze e delle proprie capacità.

In questo tipo di approccio il gruppo svolge una funzione fondamentale, diviene specchio e potenziamento delle proprie attitudini comunicative, velocizzando e chiarificando i processi di apprendimento. Usare una metodologia d’insegnamento di matrice teatrale permette di apprendere senza sentirsi sotto esame, sviluppando al massimo la propria consapevolezza e la propria creatività.

 

A chi è rivolto?

Acting è rivolto a tutte le persone che parlano in pubblico e che sentono la necessità di conoscere e migliorare le proprie potenzialità comunicative.

Non c‘è un target prestabilito. Possono partecipare, ad esempio, professori che tengono conferenze e lezioni, manager o addetti alla vendita, giovani che hanno a che fare con il mondo delle start-up e dei pitch, studenti che vogliono prepararsi alla discussione della tesi, così come insegnanti alla ricerca di nuovi stimoli.

 

Durata e numero partecipanti

Un weekend intensivo, con la possibilità di reiterare il workshop dopo qualche mese per verificare e approfondire il lavoro svolto.

Il tempo di lavoro nei giorni di sabato 16 e domenica 17 aprile è dalle 10 alle 18, per un totale di quattordici ore nel weekend, a Impact Hub Trentino (via Sanseverino 95 Trento).

Il workshop è pensato per un minimo di otto persone e un massimo di dodici.

La quota d’iscrizione è di 150 euro (più iva).

Iscrizioni entro il 12 aprile tramite il modulo qui sotto

 

 

Programma del workshop

 

Primo giorno

 

10.00 – 11.30

Conoscenza del gruppo, brevi presentazioni, esercizi di relazione.

Esposizione delle proprie necessità, individuazione degli obiettivi specifici di ogni partecipante e delle aree di convergenza.

11.30 – 12.00

Tecniche base di training vocale e di rilassamento.

12.00 – 13.00

Miglioramento della consapevolezza personale, dei propri punti di forza e delle proprie specificità.

13.00 – 14.00

Pausa pranzo.

14.00 – 15.30

Improvvisazioni singole e di gruppo.

15.30 – 18.00

Esercitazioni filmate e analisi delle sequenze video.

Restituzione finale.

 

Secondo giorno

 

10.00 – 11.00

Feedback individuale e collettivo sugli strumenti utilizzati il giorno prima.

11.00 – 13.00

Training di avanzamento personale, monitoraggio di coppia, training di gruppo per il miglioramento dell’ascolto.

13.00 – 14.00

Pausa pranzo.

14.00 – 15.00

Analisi attiva di filmati (Web, Ted Conference, Films).

15.00 – 17.00

Analisi delle tecniche e modalità di narrazione. Potenziamento della presenza di scena.

17.00 – 18.00

Domande e feedback conclusivo.

 

 

 

C.V Elena Vanni       

Sono laureata in filosofia con una tesi dal titolo Il groupe d’information sur les prison nelle filosofia di Michel Foucault, basata sulle testimonianze originali dei detenuti francesi.

Sono attrice, autrice e formatrice teatrale. Come attrice ho lavorato in teatro con Armando Punzo e la Compagnia della Fortezza, Marco Martinelli, Barbara Nativi, Patrick Kermann, Marco Baliani, Tage Larsen, Cristina Pezzoli e Letizia Russo. Al cinema e in televisione con Giuseppe Piccioni, Maurizio Zaccaro, Duccio Forzano e Alexis Sweet. Ho partecipato a numerosi spot e programmi televisivi.

Mi sono formata alla scuola Alessandra Galante Garrone di Bologna e al Master internazionale per drammaturgi, attori e registi Drama in scena presso il Teatro della Limonaia di Firenze.

Partendo da interviste e ricerche sul campo, nel 2004 ho scritto e interpretato lo spettacolo A.V. storia di una B.rava R.agazza, vincitore del Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti. Nel 2010, partendo dallo stesso metodo di ricerca, ho lavorato con Tage Larsen alla sede dell’Odin Teater in Danimarca; Tage Larsen è regista del mio lavoro Bim Bum Bang – commedia leggera sulla leggerezza delle armi, vincitore del Premio alle arti Lidia Petroni 2010.

Dal 2010 al 2012 ho partecipato a In Vitro, progetto di ricerca sulle tecniche regia e drammaturgia in tempo reale, diretto da Cristina Pezzoli e Letizia Russo allo Spazio Compost di Prato. Con lo stesso gruppo di lavoro abbiamo dato vita a Sono qui perché, un insieme di interventi sociali e teatrali di connessione con la comunità cinese di Prato, supervisionato dall’antropologa e esperta di gestione creativa del conflitto Marianella Sclavi.

Nel 2012 ho partecipato al Workshop per drammaturghi, organizzato dalla Biennale di Venezia e condotto dal regista e sceneggiatore Neil Labute; nel 2013, sempre alla Biennale di Venezia, ho partecipato al Workhop per attori diretto dal drammaturgo e regista argentino Claudio Tolcachir.

Nel 2012 ho vinto il Bando per la creatività giovanile della Fondazione Cariplo e ho coordinato una serie d’incontri sulla scrittura, la graphic novel, la comunicazione e il rapporto con la performatività teatrale. I risultati principali del progetto sono stati la pubblicazione del volume ROAAAR, il teatro incontra il fumetto e la realizzazione dello spettacolo AREM Agenzia Recupero Eventi Mancanti, un lavoro di regia e drammaturgia in tempo reale basato sulla messa in scena dei ricordi degli spettatori presenti.

Dal 2015 sono direttrice artistica del Festival Teatrale Domina Domna di Bergamo.

 

 

Oops! Non è stato possibile trovare il tuo modulo.

Data
Apr 16th - Apr 17th
Ora
10:00 - 18:00
Luogo
Impact Hub Trento
Prezzo
Gratis

Scopri altri eventi