FT bene comune positivo

FuturaTrento

I giovani si prendono cura dispazi urbani – Il bello ci salverà

 

 

«Viviamo in una fase di interregno, e questo può spiegare la crisi della governance, dell’autorità, della rappresentanza. Siamo sospesi tra il “non più” e il “non ancora”, siamo instabili per forza di cose, nulla è solido attorno a noi, nemmeno la direzione di marcia. Non ci sono infatti movimenti politici che, avendo messo in crisi il vecchio mondo, siano oggi pronti a ereditarlo; non c’è un’ideologia che selezioni un pensiero vincente e lo diffonda; non c’è uno spirito costituente – morale, politico, culturale – che prometta di dare forma a nuove istituzioni per il mondo nuovo.
Stiamo scivolando verso un territorio sconosciuto e lo facciamo da soli, in ordine sparso, con le forme e i modi che hanno regolato le nostre vite che perdono contorno mentre smarriscono efficacia e autorità».

( “Babel” di Zygmunt Bauman e Ezio Mauro).

 

 

Il progetto “I giovani si prendono cura di spazi urbani – Il bello ci salverà” vuole coinvolgere giovani e non nella progettazione e rigenerazione degli spazi urbani della città di Trento.  I ragazzi saranno co-responsabili nell’attuazione di misure di sostenibilità ambientale e nella presa in carico di alcuni spazi urbani, attraverso forme espressive giovanili legate all’arte e allo sport. Si assumeranno il compito di dare forma alla governance del cambiamento.

L’obiettivo è quello di sviluppare un’economia condivisa e fare di Trento una Smart City.

I giovani verranno stimolati a mettersi in gioco per acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità, valorizzando le proprie competenze e mettendole a disposizione dell’intera collettività, istituzioni comprese.

Saranno i giovani a re-immaginare il contesto urbano, riappropriandosi degli spazi urbani e ridefinendone gli usi. Daranno legittimità a forme virtuose di appartenenza e di partecipazione, d’innovazione sociale e rigenerazione territoriale, e proveranno a costruire un’alternativa e a progettare un futuro in cui il diritto alla città, intesa come spazio comune di relazioni solidali, sia garantito a tutti.

 

futura 10x15 Fronte-01

 

 

Una piattaforma digitale – www.futuratrento.it – sarà il contenitore virtuale di idee, proposte, dialoghi. Ognuno potrà proporre una soluzione per vivere meglio Trento, ognuno potrà valutare le idee proposte affinchè emergano le migliori.

Una fitta programmazione di eventi – caffè dibattito, video-interviste, salotti sociali – stimoleranno una riflessione partecipata sui giovani e gli spazi della città.

Workshop, contest, giochi urbani e installazioni coinvolgeranno i giovani in maniera diretta nell’opera di riqualifacazioni di alcuni spazi pubblici della città.

Il progetto – che vede coinvolti accanto al Comune di Trento, Impact Hub, Fondazione Bruno Kessler-FBK, MUSE, UISP, Cooperativa Sociale Arianna, Tavolo delle Associazioni Universitarie di Trento-TAUT, Associazione Giovani della Cassa Rurale di Trento, Associazione Orienta e Liceo Scienze umane ed economico sociale A. Rosmini – si svolgerà tra giugno 2015 e giugno 2016 ed è risultato vincitore del bando Meetyoungcities: social innovation e partecipazione per i giovani dei comuni italiani, sarà co-finanziato da Agenzia Nazionale Giovani.

 

FuturaTrento concentra la sua attenzione su giovani, cura e uso creativo dei beni comuni e smart city

FuturaTrento è una piattaforma web dedicata a giovani (e non) per la condivisione di idee e soluzioni per vivere meglio Trento prendendosene cura,

FuturaTrento è uno strumento per la città, in cui il capitale umano, sociale, ambientale e l’innovazione si incontrano per migliorarla

FuturaTrento è un luogo di dialogo e di coinvolgimento dei cittadini

FuturaTrento sarà, se in tanti decideranno di renderla un luogo utile e riconosciuto.

 

Pagina Facebook di Futura Trento

 

manchette