Orbita, tutto intorno alla musica

Difficile non accorgersi di quanto la musica stia cambiando. Lasciamo in pace per questa volta l’ispirazione e proviamo a parlare di tutte le professioni che orbitano intorno alla musica, dai produttori ai videomakers, dal marketing al diritto d’autore fino al branding e alla moda.
Come ogni galassia, anche la musica ha le proprie stelle e i propri sistemi. Saremo qui per esplorare nuovi territori, cercare nuovi giacimenti e piantare qualche bandierina.
Orbita è un evento che gravita nell'ambito di «Distretto 38», festival - organizzato dal Centro Servizi Santa Chiara - dedicato alle musiche elettroniche che intende offrire una panoramica dotata sia di profondità storica, sia di mordente sul piano dell’attualità con una programmazione che abbraccia tanto l’avanguardia quanto la 'club culture'.
Il mondo della musica viene spesso visto, soprattutto dai più giovani, come un mondo fatto di star inarrivabili e distanti, mentre la percezione dei vari livelli di professionalità non è diffusa né tantomeno chiara. Nuove professioni cercano di farsi spazio sul mercato proponendo soluzioni innovative e originali.
Orbita è un percorso di avvicinamento a tutte quelle professionalità che ruotano attorno al mondo della musica.
Orbita è meeting, musica dal vivo, mostre e street food.

Orbita Preview

9 maggio

HUBZ - Bolzano via Giotto 12

 

         

#Che suono fa il tuo brand?

 

ore 18

  Smartphone e Tablet hanno cambiato la comunicazione per sempre. Sono cambiati i messaggi, i media ma anche i destinatari della comunicazione. Il suono è emozione, engagement, entertainment, esperienza. Il suono viene qui analizzato come strumento di valorizzazione del marchio e del prodotto, e come strumento principale per una comunicazione crossmediale di successo.
EMANUELE LAPIANA  -  per 15 anni ha venduto cibo italiano a grosse catene di supermercati in tutto il mondo. Nel frattempo ha scritto e prodotto musica collaborando con realtà artistiche di assoluto rilievo. Ha venduto salsa alla bolognese e suonato con gli Skunk Anansie. Ha prodotto dischi per la Virgin e confezionato Pasta Express per TJ’s. Nel 2015 ha unito queste esperienze e fondato l’agenzia di comunicazione sonora O SUONO MIO.

Orbita open event

19 e 20 maggio

Impact Hub - Trento via Sanseverino 95

 

Sabato 19 maggio

# Storytellers - Perché è importante raccontare chi fa musica oggi

ore 11

  "La musica è liquida". Quante volte oramai abbiamo sentito questo termine. Di dischi (al di là che non esiste più il supporto fisico) non se ne vendono più e l'unico modo per dare sostenibilità a chi fa questo mestiere è quello dei live, delle performance dal vivo. Ma in uno scenario apparentemente sconcertante come questo, in particolar modo il mondo digital può essere uno straordinario trampolino per comunicare e raccontare cosa c'è dietro ad un'artista o la costruzione di un album o di una canzone. Qualche anno fa, quando MTV era un punto di riferimento per chi voleva promuovere il proprio lavoro artistico, c'era una trasmissione che s'intitolava "Storytellers". Forse bisogna ripartire proprio da lì, da quel concetto di racconto che oggi un musicista o un'artista deve fare online soprattutto per non subire la tecnologia, ma farne un coerente utilizzo.        
ANDREA BETTINI - storytelling specialist e direttore didattico di Alta Via Camp. È autore del libro “Non siamo mica la Coca-Cola, ma abbiamo una bella storia da raccontare” (ed.FrancoAngeli, maggio 2015), manuale di Corporate Storytelling per le PMI; co-autore insieme a Francesco Gavatorta di “#Personal Storytelling – Costruire narrazioni di sé efficaci” (ed. FrancoAngeli, dicembre 2016). Da poco è uscito il suo ultimo libro dal titolo “La giusta dimensione. Storia di un’impresa che ha saputo evolvere senza perdere di vista valori e persone” (ed. FrancoAngeli, giugno 2017)

# Automat Radio

ore 12.30

Automat Radio powered by Emporio Armani è un format innovativo e itinerante prodotto da Elita che, propone un modello di intrattenimento culturale d’avanguardia e sottolinea l’invito a un consapevole attraversamento di luoghi. È uno show mobile, in live streaming, all’interno di un originale music truck. Dr.Booga, vinyl only: turbojazz, electrobossa, cablofunk.    

#Musica: dalla gentrificazione territoriale all'impatto sociale

ore 15

  Club, festival e eventi musicali sono una straordinaria opportunità per rigenerare spazi e luoghi, ricucire relazioni umane e innescare processi di inclusione profondi. Se per il mercato la musica è da anni  un’occasione economica  - la rigenerazione degli spazi, l’industria del tempo libero ecc. -, per il terzo settore, l’azione sociale e il welfare, è uno specifico strumento che va oltre la gentrificazione urbana impattando su tutte le relazioni umane, sulla coesione sociale e sul benessere individuale. Numerosi studi di scienze naturali confermano sempre più con vigore che la musica sia non solo una forma poetica e ridondante della comunicazione umana, ma che al contrario ne sia la base fisica e la struttura primigenia. Dal punto di vista dell'Impresa nascono nuovi strumenti per la valutazione quantitativa e qualitativa di questo Impatto.      
NICOLA ZANOLA - ceo/cofunder Apical srl. Imprenditore seriale. Esperto di innovazione sociale e misurazione dell'impatto dell'industria culturale e turistica.  
MATTEO SALTALAMACCHIA - direttore e cofunder di Buka, già imprenditore di feste alternative milanesi dagli anni '90. Consulente musicale, filosofo e studioso di scienze umane, responsabile per Linecheck della sezione Impatto sociale della musica.    
modera FLAVIANO ZANDONAI – Euricse, Iris Network

# Meeting Compose the future. Soundreef waves

ore 16.30

  Nuove competenze e nuovi stimoli nascono dall’underground, là dove creatività e nuovi modi di lavorare con la musica non vengono incatenati dalle regole.      
LUCIAN BEIERLING – coordinatore marketing Soundreef      
RAFFAELE COSTANTINO – dj, producer e conduttore radiofonico
modera DALIA MACII - Impact Hub Trentino

#Live music con Noirêve

ore 18.30

  Noirêve è Janet Dappiano, producer e musicista trentina di formazione londinese che esplora il mondo della musica elettronica destreggiandosi tra ableton, sintetizzatori e l’uso alternativo di eleganti oggetti scenici che diventano strumenti musicali. Dream-pop, folktronica e trip-hop si mescolano in un set suggestivo e misterioso, un viaggio che travalica i generi. L’intento dei live di Noirêve è appunto quello di condurre lo spettatore in un’avventura emozionale, partendo da sonorità chill e inglobando lentamente sfumature dark, basi neo-folk e atmosfere sognanti.    

Domenica 20 maggio

# Digital Composer - L'Audio e la sua Multimedialità

ore 11

  La professione del “Digital Composer”. Il processo produttivo, dall’ispirazione (e non!) alla sua realizzazione. Come “investire” e adattare le proprie capacità artistiche nel mondo del gaming e digital media. Progetto “War Thunder: Italian Forces”, analisi in dettaglio della composizione e workflow di un brano in-game per il videogioco War Thunder con visione del progetto in Logic Pro X dal vivo. Progetto “Warhammer 40K: Regicide”, analisi in dettaglio della gestione di effetti sonori, della loro produzione e del workflow per il videogioco omonimo con visione del progetto in Logic Pro X dal vivo.      
LORENZO SCAGNOLARI - audio director e compositore con all'attivo diversi riconoscimenti e partecipazioni di rilievo in settori audio-visivi quali ADV, commercial, trailers e gaming. Insieme alla composizione di colonne sonore originali in diversi generi e stili, dall'orchestrale all'elettronico, sono offerti anche servizi quali: post-produzione ed integrazione audio, sound engeneering e sound design (sia library che foley), voice casting, voice overs e dubbing (voices production completa).    
FRANCESCO LIBRALON - compositore, produttore, arrangiatore e sound designer che lavora nell’industria multimediale.

# LivEdits #12: vinili in "Orbita"

ore 12.30

Un pò djset, un pò live. Ecco come si può definire il nuovo progetto di Luca Fronza, che campiona e remixa in tempo reale i vinili scelti nella sua vasta collezione personale. Quello che ne risulta è una intrigante sonorizzazione urbana contemporanea che cita le fonti e le trasforma, adattandole all'ambiente circostante.  
Luca Fronza - dj/producer trentino che da oltre vent'anni fa ballare i dancefloor dei migliori clubs e festivals nazionali ed internazionali con i suoi djset a base di funky, elettronica e hiphop. Tra le sue collaborazioni, in consolle e in studio, figurano artisti come Propellerheads, Transglobal Underground, Howie B. Producer e remixer eclettico, ha pubblicato dischi per etichette come MòSmog, Mantra Vibes, Functional, FabricLive.

#Manager 2.0 al servizio dell’artista

ore 15

  Il manager è la figura professionale che, ancora oggi, supporta e rappresenta l’artista con case discografiche, etichette, agenzie. È lui ad occuparsi dei passaggi dalla produzione all’uscita di un prodotto discografico fino alla realizzazione di un tour. Analizza, con il musicista, le proposte economiche e di marketing, fa scelte importanti ed elabora la strategia promozionale dell’artista.
GIGI FASANELLA - ceo & founder, Faro Records. Lavora da oltre dieci anni nel mondo della musica come manager ed editore. Fonda la Faro Records, etichetta discografica che si propone di portare lo spirito della musica indipendente nel panorama mainstream. Con una importante attività nazionale ed internazionale in alcuni dei più grossi festivall mondiali consolida le attività dei suoi artisti di punta: Fabryka, Rhò, The Pier e Giò Sada, vincitore della nona edizione di X Factor Italia.
PAOLA CUNIBERTI - inizia il suo percorso professionale nel 2005 in Casasonica, etichetta discografica e agenzia di management torinese. Dal 2012 cura il management di Niccolò Fabi. Nel 2014 fonda The Goodness Factory che si pone come obiettivo quello di promuovere la cultura in tutti i suoi aspetti. Segue infatti il management di artisti emergenti (Andrea Laszlo De Simone, Cecilia, Daniele Celona, Eugenio in Via di Gioia), gestisce OFF TOPIC, hub culturale sito in Torino e si occupa della produzione e della direzione di eventi, manifestazioni e rassegna culturali.
PIERO FABIANE -  Fiabamusic
modera DAMIR IVIC 

#Local Orbita

 

ore 16.30

  Salotto con i professionisti della musica del territorio    
Happenin  -  piattaforma digitale che facilita e rende partecipativa e conveniente la realizzazione di eventi musicali in locali pubblici. Gli utenti diventano parte attiva nella creazione di eventi, selezionando artisti e promuovendo la realizzazione di concerti nei locali.    
MOKA - associazione di appassionati digitali che si sono uniti con l'intento di agevolare, sviluppare e favorire tutte le sinergie con le varie forme d’arte che intrecciano la musica, come la fotografia, il video-making, il visual-design e ogni altra forma espressiva, con un costante occhi di riguardo verso le nuove tecnologie. Partendo dalla musica per un percorso attraverso la costante formazione e contaminazione con le altre arti.
Cooperativa SMART - ha l’obiettivo di generare professionalità incrementando l’occupazione giovanile nel settore socio-culturale. All’interno del Centro Giovani SmartLab di Rovereto si realizzano attività legate alla letteratura e al pensiero, alle arti visive, al teatro, ai concerti, al cinema, alla danza. A Smart Lab sono stati realizzati più di duecento spettacoli musicali tra concerti live e Dj set, organizzati in collaborazione con varie associazioni del territorio.
Poplar Festival - vetrina del mondo universitario sulla comunità, con l’ambizione di trasmettere al territorio l’idea del valore aggiunto che possono portare l’università e gli universitari nel tessuto urbano e sociale in cui sono inseriti. Il festival è interamente organizzato da studenti.
Diapason music point – lo hanno definito una riserva indiana, l’ultimo baluardo. Il Diapason Music Point di Diego Baroni è forse l’unico negozio di musica s”sopravvissuto” in provincia, un piccolo paradiso per appassionati dove trovare vinili, cd, poster, dvd.
MCZ Radio - web radio trentina gestita da 4 ragazzi appassionati di musica. Dirette culturali per coinvolgere e informare i giovani soprattutto riguardo artisti, progetti, ed eventi sul territorio. Il progetto prevede una formazione per ragazzi interessati alla radio, finalizzata a renderli partecipi del nostro progetto una volta terminata.


 

#Orbita Parking

sabato e domenica dalle ore 11 e dalle ore 18

  Drink&food con Spul Kitchen e Birrificio artiginale 5+

# Mostra Frigidaire: comunicazione totale

sabato e domenica

Il primo numero di Frigidaire, datato novembre 1980, uscì il 28 ottobre di quell'anno al prezzo di 2 mila lire, 84 pagine con una copertina dedicata ai Devo. Era il risultato di oltre un anno di cooperazione tra Vincenzo Sparagna, che arrivava da Il Male, Stefano Tamburini (reduce dai 13 numeri di Cannibale) e Filippo Scòzzari. Non era una rivista come le altre, ma un progetto comunicativo totale, che oltre a raccogliere i migliori autori di fumetti di quella generazione (oltre a Scòzzari, Pazienza, Tamburini, Liberatore si aggiunsero Igort, Caro, Munoz, Mattioli e molti altri) parlava di arte, satira, musica, politica, letteratura e filosofia, con un'estetica innovativa e la capacità di intercettare sul nascere le proposte culturali più avanzate. Il tentativo dichiarato: "un racconto fenomenologico del mondo, per uscire dall'universo delle ideologie che negli anni Settanta avevano avvelenato anche l'analisi". Sulle pagine di Frigidaire si potevano seguire non solo tutti i migliori fumettisti dell'epoca (qui vennero pubblicate le storie di Ranxerox, Joe Galaxy, Zanardi e degli altri personaggi-icona di quel periodo), ma anche ampi servizi giornalistici, controinchieste, diari di viaggio, interviste, cucite assieme con ironia e uno stile all'avanguardia. Con mille difficoltà finanziarie e in una storia segnata da lutti e misteriose tragedie, riuscì ad essere distribuita nelle edicole con discreta regolarità fino agli anni 90.  Una rivista rivoluzionaria che mantiene un forte impatto anche oggi, malgrado i vecchi numeri si vendano ormai a prezzo di collezione.
Mostra delle copertine di Frigidaire a cura di Giuliano Lott - giornalista e critico musicale

  L’ingresso ai meeting e ai live è libero e gratuito
orbita loghi